BORGOMANERO  30-01-2018

Sono dieci le scuole coinvolte per un totale di 1200 ragazzi, quelle che parteciperanno al progetto “Il Futuro in salute: modificare le abitudini alimentari e gli stili di vita per migliorare il benessere dei nostri giovani”, promosso dal Reparto di Nefrologia dell’Ospedale di Borgomanero e sostenuto da Lions Club Borgomanero Host, Lions Club Borgomanero-Cusio, Rotary Club Borgomanero-Arona, Soroptimist Alto Novarese e Kiwanis Club. ll progetto è stato presentato nel corso dell’intermeeting nei giorni scorsi: il primario di Nefrologia, Stefano Cusinato, ha spiegato che si svolgerà  in tre anni, vedrà come tutor un team medico multidisciplinare, coinvolgerà gli studenti delle scuole medie e dei primi anni delle superiori e avrà  come obiettivo essenzialmente il miglioramento degli stili di vita sin dalla giovane età. I ragazzi coinvolti saranno seguiti da un nefrologo, da un pediatra e da un insegnante. I dati, rilevati  dalle visite mediche effettuate all’inizio e alla fine dell’anno scolastico, verranno tabulati e analizzati assieme alle eventuali criticità che emergeranno. Il dr. Cusinato non ha mancato di sottolineare l’importanza della prevenzione in medicina, illustrando l’incidenza delle nefropatie in Italia e a livello locale. L’Ospedale di Borgomanero effettua annualmente circa 18000 dialisi a 130 pazienti affetti da insufficienza renale e monitorizza 115 trapiantati di rene. “Con uno stile di vita appropriato – ha detto Cusinato – possiamo evitare una serie di fattori di rischio per ottenere una migliore qualità della vita. Fumo, obesità, sedentarietà… è necessaria una costante opera di prevenzione ad ogni età della vita iniziando proprio dai nostri bambini e dai nostri ragazzi”.

ARTICOLO ORIGINALE

http://borgomanero24.it/index.php/2629-dieci-scuole-coinvolte-nel-progetto-il-futuro-in-salute