Anche quest’anno la Nefrologia e Dialisi dell’ASL NO sarà presente nelle piazze di Arona, Borgomanero e Oleggio per un colloquio con il Nefrologo, la misurazione della pressione arteriosa, la verifica della circonferenza addominale con il calcolo dell’indice di massa corporea e la possibilità di effettuare un prelievo per il controllo della funzionalità renale.

Per il dodicesimo anno consecutivo, infatti, L’ASL NO aderisce alla “Giornata mondiale del rene” per sensibilizzare e informare le persone sulle malattie renali,  che colpiscono circa 5 milioni di italiani, tra cui i bambini, che possono essere a rischio già in età infantile.

Nefrologi e Infermieri, insieme a personale volontario della CRI e dell’Associazione Pronefropatici Fiorenzo Alliata, saranno presenti con i  gazebo nelle giornate di:

  • lunedì 6 marzo 2017 a Oleggio dalle 9.00 alle 13.00 in piazza Martiri;
  • martedì 7 marzo 2017 ad Arona dalle 9.00 alle 13.00 in corso della Repubblica;
  • venerdì 10 marzo 2017 a Borgomanero dalle 9.00 alle 13.00 in piazza Martiri.

In Italia, come anche nel resto del mondo, un individuo su 10 presenta un’insufficienza renale di vario grado, che con il tempo, se non affrontata, può portare alla dialisi o al trapianto.

Una diagnosi precoce della malattia – soprattutto in età giovanile – rappresenta una delle armi più efficaci a disposizione, per rallentarne l’evoluzione.     

Questa iniziativa, ormai portata avanti da anni, contribuisce a consolidare la cultura della prevenzione che è uno degli strumenti più importanti a disposizione per ridurre i rischi di malattie renali e cardiovascolari – afferma Stefano Cusinato, Direttore della S.C. Nefrologia e Dialisi dell’Ospedale di Borgomanero dell’ASL NO – la presenza sul territorio della nostra Nefrologia è un risorsa preziosa per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di stili e comportamenti di vita sani e di una diagnosi precoce delle malattie renali.La medicina moderna non si può limitare unicamente a curare; deve necessariamente impegnarsi nei percorsi di prevenzione primaria e secondaria. prosegue Cusinato – Anche quest’anno Enti, Associazioni Fondazioni, quali la Fondazione della comunità Novarese e la Fondazione Banca Popolare di Novara per il territorio, hanno voluto condividere e sostenere questo importante progetto, unitamente a Volontari e CRI che da sempre sostengono, insieme al personale della Nefrologia,  i nostri progetti nell’ambito della prevenzione sanitaria.

Elena Vallana